Informazioni personali

La mia foto
ROMA
Ho 50 anni, passati... da poco, una visione della vita in genere positiva,con figli e tanta voglia di fare, tante cose, sempre, ma troppo poco tempo.....mi piace la compagnia, ma amo la solitudine e perdermi nella malinconia delle riflessioni.

venerdì 18 novembre 2011

IL FORNETTO VERSILIA

Giuro che non sono pagata per fare la pubblicità...anche se  ho aderito al programma AdSense e solo l'unica a non riuscire ad avere quelle belle pubblicità che vedo negli altri blog....non ci riesco proprio.
Però il mio blog parla delle cose che cucino e delle attrezzature che uso per farlo ed il fornetto versilia è da sempre presente nella mia cucina da sposata e nella cucina della mia mamma e prima ancora in quella della mia nonna... lui che lavora da sempre donandoci profumati ciabelloni che sanno proprio di casa mia....
La mia cara nonna ha portato con sè la ricetta del suo ciambellone che per me e mia sorella è stata fonte di ripetuti ,quanto falliti tentativi, non che i ciambelloni da noi preparati via via nel tempo non fossero buoni, ma NON erano il Ciambellone di nonna Lena!
Lei poverina lo ha preparato per anni davanti ai nostri occhi, mia madre non ha mai avuto una passione nel cucinare i dolci ( nel mangiarli si!) io a quei tempi ero impegnata in altro, mia sorella qualche ricetta l'ha anche scritta...ma sono tutte leggermente diverse e...insomma il ciambellone di nonna Lena è finito con lei!
Ma il fornetto versilia è ancora lì....anzi se ne sono aggiunti degli altri...e tutti perfetti nella loro semplicità, nel tempo ho sostituito il ciambellone di nonna Lena con altre ricette più o meno a meno care, ma in realtà ci si può cucinare qualsiasi dolce, certo la forme rimarrà sempre quella di un ciambellone, ma cosa importa quando il risultato è sempre garantito????
Nel suo utilizzo non si esclude il salato, di tanto in tanto, ma raramente devo dire, ci ho cucinato la parmigiana di melanzane, le lasagne ed anche il pollo, ma quest'ultimo lo sconsiglio, per ripulirlo fu un dramma....
Io come avrete capito lo uso solo per i dolci, ma è una mia scelta, non un limite del prodotto!
Questo che vedete è il ciambellone di Adelaide,conosciutissimo,  è una buona ricetta che poi di volta in volta modifico in base all'espirazione del momento o al contenuto della mia dispensa.

Questo è il sotto, per farvi vedere la cottura

Ho usato la doppia dose, diametro del fornetto 28cm.

Ciambellone di Adelaide
- 250g di zucchero
- 250 g di farina
- 3 uova
- 130 g di olio di semi o di oliva ,io uso solo di semi
- 130 g di acqua
- una bustina di lievito
- scorza di limone o arancia grattata

ESECUZIONE:
Imburrare ed infarinare bene lo stampo, fino in alto, sia sul perimetro che nel cono centrale, perchè cresce parecchio occupando tutto lo stampo.
Lavorare le uova con lo zucchero fin quando diventano  spumose, unire tutti gli ingredienti continuando a lavorare ottenendo un impasto che verserete all'interno dello stampo,chiudere con il coperchio e porre lo stampo sul supporto in dotazione sul fornello, io uso la fiamma bassa dall'inizio alla fine della cottura senza apportare alcuna variazione della fiamma,controllo sempre dopo circa 30' la cottura poi mi regolo....
Cuocere in forno caldo per circa 40’, controllare sempre la cottura con lo stecco, io uso uno spiedino.Quando la cottura è completa,togliere lo stampo da suo supporto ed attendere che si freddi, poi come prima cosa capovolgete lo stampo mantenendo il coperchio...se scende subito bene, altrimenti con una spatola in silicone o plastica, meglio non usare il coltello o materiali in acciaio che rovinano la pentola, passare sulla circonferenza esterna ed interna  con delicatezza....e riprovare a capovolgere lo stampo....che si staccherà, come nella seconda foto, poi mettere su un piatto, un vassoio o altro a seconda della destinazione prevista.
Si mantiene benissimo se coperto con pellicola o dentro un porta torte che sia in grado di contenerne l'altezza.
Le variazioni a cui si presta anche questa ricetta sono innumerevoli e molto personali, io uso inserire scorza di arancia ed unire delle scaglie di cioccolato fondente.
Potete unirvi 
-frutta secca
- uvetta
-aromi a piacere
-canditi
-frutta a dadini

11 commenti:

  1. Il ciambellone di Adelaide non sbaglia mai. Anche io lo faccio spesso nel fornetto anche se il mio è più piccolo del tuo. Ciao

    RispondiElimina
  2. Ho notato che tu ci metti più impegno nella presentazione...lo vesti a festa!!!!

    RispondiElimina
  3. il ciambellone è venuto uno spettacolo!!! anche se io preferisco il forno, il fornetto ce l'ho e l'ho usato poco ;))) buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Ecco, io il Fornetto Versilia non ce l'ho. Ma non è detto che un giorno... Il ciambellone di Adelaide è ottimo, una garanzia! Il tuo è bello alto e fatto molto bene! Bravissima!

    RispondiElimina
  5. Che bello spettacolo!!! altro che torte super decorate, io amo questi dolci semplici e morbidi e profumati :P

    RispondiElimina
  6. -Giulia,credo sia tutta una questione di abitudine,magari non ci pensi....
    -marinora,provalo,vedrai che ne rimmarrai soddisfatta,soprattutto in estate
    -titty,sono i dolci classici della nonna

    RispondiElimina
  7. il ciambellone lo faccio anche io..ma se quello tuo ha una faccia che ispira golosità! è bellissimo!!!!

    RispondiElimina
  8. che bel ciambellone!!!deve essere anche molto buono:)
    Ti lancio il timone per MY 7 LINKS

    RispondiElimina
  9. Ciao, stavo cercando sul web le istruzioni del versilia dato che ce l'ho ma manca d'istruzioni ed ora che ho letto il tuo post ho capito che non ho nemmeno il supporto. Mi potresti dire come é fatto questo supporto? Perché nella scatola io ho trovato solo pentola e coperchio.(Non l'ho comprato recentemente, ma era di mia suocera che ora però non c'é più). In caso si può comprare e dove eventualmente? Grazie mille.

    RispondiElimina
  10. Ciao.Le dosi scritte sono allora per il diametro 28 o sono da raddoppiare?

    RispondiElimina