Informazioni personali

La mia foto
ROMA
Ho 50 anni, passati... da poco, una visione della vita in genere positiva,con figli e tanta voglia di fare, tante cose, sempre, ma troppo poco tempo.....mi piace la compagnia, ma amo la solitudine e perdermi nella malinconia delle riflessioni.

domenica 31 gennaio 2016

COME ATTACCARE L'OSTIA SULLA TORTA

Di recente mi è stata richiesta una torta e volevano una cialda a tema sulla stessa..."che sarà mai" ho pensato pur non avendola mai fatta una torta con la cialda di ostia sopra...Mi documento un poco e su internet , a parte un ottimo video su you tube non trovo nulla, anzi in alcuni forum ci sono opinioni contrastanti con il risultato che dopo la loro lettura mi era salita l'ansia, manco fosse la prima torta che facevo!!! Gelatine speciali per ostie, panna si e panna no, bagna solo sotto, bagna sotto e sopra...insomma un mare di varianti.

Io qui, vi racconto la mia esperienza e la fisso per me, per la prossima volta che mi chiederanno una torta  con la cialda di ostia sopra!
Ah, chiaramente è andato tutto bene!!!!!

COME  ATTACCARE L’OSTIA SULLA TORTA
NON RICOPRIRE IL PDS SUPERIORE, DOVE ANDRA’ L’OSTIA, LASCIARLO COSI', NUDO…
Prendere 2 fogli di colla di pesce della paneangeli e porli in ammollo in 200 ml di acqua fredda o tiepidina dentro un pentolino, aspettare 10 minuti poi (quando i fogli si sono ammollati) unire 2 cucchiai di zucchero e porre sul fuoco, far sciogliere bene i fogli e lo zucchero, spegnere, unire ¼ di succo di limone ed aspettare 2 ore, cmq fin quando prenda la consistenza di uno yogurt.
-Non usare da calda
-Non metterla in frigo per freddarla, aspettare i suoi tempi

Quando la consistenza è giusta spalmare con un pennello la gelatina sulla torta e poi porre l’ostia sopra la torta “ingelatinata” facendo attenzione a togliere le bolle d’aria (magari usa uno spillo), porre la gelatina anche sopra l’ostia ma SENZA PENNELLO, poiché c’è la possibilità che vengano “spennellati” anche i colori dell’ostia. Aiutarsi solo con un cucchiaio. E’ importante inumidire bene i bordi dell’ostia che in mancanza di umidità tende ad arricciarsi, ricopri i bordi dell’ostia con un decoro di panna.

Nessun commento:

Posta un commento